CONOSCI I TUOI DIRITTI – COSA FARE IN CASO DI INCIDENTE STRADALE

5 COSE DA FARE NELL’IMMEDIATEZZA DI IN UN SINISTRO STRADALE:

  1. compilare e sottoscrivere, insieme all’altro conducente, il modulo di constatazione amichevole di sinistro;
  2. se vi sono contestazioni tra i conducenti sulla dinamica del sinistro e sulle responsabilità dello stesso, chiamare le forze dell’ordine (polizia stradale, carabinieri);
  3. fare alcune fotografie della posizione in cui si trovano i veicoli dopo l’urto e dei danni subiti dai mezzi;
  4. se vi sono testimoni, raccogliere i loro dati (nome e recapiti telefonici) in modo da poterli contattare in seguito;
  5. recarsi al pronto soccorso quanto prima per far accertare eventuali lesioni fisiche riportate.

5  COSE DA FARE IN SEGUITO A UN SINISTRO STRADALE:

  1. comunicare il sinistro alla propria compagnia di assicurazione entro il termine previsto dalla polizza assicurativa;
  2. conservare la documentazione medica e sanitaria relativa ai danni fisici riportati, ad esempio: certificati, referti di esami, copie cartelle cliniche;
  3. conservare le ricevute relative alle spese mediche, ad esempio: ricevute per visite specialistiche, accertamenti medici, esami, ticket ospedalieri, scontrini farmacia;
  4. richiedere un preventivo del costo delle riparazioni del veicolo. Se vi è urgenza di riparare il proprio mezzo è consigliabile fare alcune fotografie dei danni riportati dallo stesso. Conservare la fattura relativa alla riparazione del veicolo;
  5. conservare eventuali oggetti danneggiati e/o rotti a causa sinistro, ad esempio: cellulari, smartphone, computer, occhiali, orologi. Procurarsi un preventivo per la loro riparazione o sostituzione.

IN PILLOLE

  1. il termine di prescrizione del diritto al risarcimento dei danni causati da un sinistro stradale è di 2 anni. Tale termine decorre dal verificarsi del sinistro;
  2. il conducente del mezzo incidentato ha diritto al risarcimento dei danni e così anche tutte le persone ivi trasportate;
  3. in caso di incidenti che causino il decesso o gravi lesioni al conducente o al terzo trasportato possono agire anche i prossimi congiunti del danneggiato al fine di chiedere il risarcimento dei danni dagli stessi patiti per la perdita o la macroinvalidazione del familiare.

Il nostro Studio segue i propri assistiti nel corso di tutta la pratica e, alla stabilizzazione dei postumi, li indirizza presso medici legali di propria fiducia per valutare e quantificare il danno da loro patito, al fine di far ottenere il giusto risarcimento.