Spostamenti dei figli di coniugi separati o divorziati ai tempi del coronavirus

Una recentissima pronuncia del Tribunale di Milano datata 11 marzo 2020 chiarisce che le restrizioni agli spostamenti previste dal DPCM 8 marzo 2020 n. 11 non pregiudicano il diritto di visita ai figli minori nè le condizioni di affido e collocamento degli stessi concordate o stabilite nell’ambito di un procedimento di separazione o divorzio.

D’altronde le stesse FAQ presenti nel sito del Governo (http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa) espressamente affermano che: “gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti, in ogni caso secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio”.

Peraltro bisogna sempre ricordare che occorre garantire l’incolumità dei minori e quindi gli spostamenti in questione devono essere effettuati con le modalità precauzionali indicate nel sito del governo.