WORKSHOP DI FORMAZIONE: STRATEGIC LITIGATION

Lo scorso 28 e 29 novembre il nostro Studio Legale ha partecipato, con il collega Stefano Trevisan, al workshop tenutosi a Berlino presso il Centro Europeo dei Diritti Costituzionali e Umani, dal titolo “Litigating Revolution”.

Giuristi e Avvocati internazionalisti provenienti da differenti giurisdizioni si sono interrogati su quale contributo possa apportare l’Avvocato nella pratica giudiziaria per ottenere cambiamenti duraturi nella società, a tutela dei diritti fondamentali dell’essere umano.

In tale ottica, i partecipanti hanno individuato alcune linee guida che dovrebbero, nella prassi, indirizzare la cd. “strategic litigation”. Con questo termine, derivante dalla tradizione giuridica anglosassone di common law, si usa definire quel contenzioso giudiziario che mira ad ottenere una sentenza “faro”, in grado di determinare principi di diritto innovativi, la cui portata giuridica può trascendere il singolo caso in questione.

Il processo, e per esso il diritto, si presenta dunque quale mezzo utile per affrontare ingiustizie sistemiche e radicate in un determinato ordinamento giuridico, che non sono state adeguatamente affrontate dagli operatori del diritto, né tanto meno dalla classe politica. La strategic litigation pertanto implica, giocoforza, la promozione di un’interpretazione innovativa e creativa delle norme giuridiche, costituzionalmente e convenzionalmente orientata, che si discosta dai precedenti affermatisi nella prassi.

Il contenzioso offre così una possibilità alle vittime di violazioni dei diritti umani di essere ascoltate, dando loro voce e tutela giuridica. Scopo del giudizio strategico è mettere in evidenza le debolezze e le lacune della legge e favorire un dibattito serio di riforma del diritto esistente.

Lo Studio Legale Dragone & Avvocati Associati Loffredo e Cestaro ha partecipato con interesse a quest’opportunità di confronto e formazione, e ne seguirà da vicino gli sviluppi